articolo adige

Polo informatico al Sud, grande eco per la richiesta dell’Associazione Giovani

Ha avuto grande eco la richiesta inviata a Cassa Centrale Banca da parte dell’Associazione Bcc Aquara Giovani per chiedere l’istituzione di un polo specialistico nel Sud Italia in vista della nuova organizzazione industriale dei servizi informatici. Il contenuto della missiva è stata citata infatti dal quotidiano L’Adige nell’articolo pubblicato il 9 febbraio scorso dal titolo “Casse rurali, maxi utile 2019: 76 milioni”, mettendo in risalto che, nell’ambito delle Assemblee territoriali effettuate in tutt’Italia, il direttore generale ed il presidente di Cassa Centrale, rispettivamente Mario Sartori e Giorgio Fracalossi, hanno ricevuto diverse sollecitazioni soprattutto dalle Bcc del Mezzogiorno “a partire dall’Associazione dei Giovani soci (quella della Bcc Aquara ha scritto direttamente a Cassa Centrale) per chiedere che uno dei poli informatici del gruppo, oggi tutti nel Centro-nord, sia insediato al Sud”. La lettera inviata nei giorni scorsi ai vertici di CCB, oltre ad aver avuto risalto grazie all’attenzione posta da parte del quotidiano del Trentino Alto Adige, è stata pubblicata anche sabato scorso sul quotidiano salernitano La Città a pagina 23.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia il tuo commento